Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}65 eventi in Puglia per ricordare la Shoah, a partire dal 27 gennaio. L'iniziativa è stata presentata questa mattina in conferenza stampa dall'assessore regionale al Mediterraneo Silvia Godelli



Castelli, palazzi storici, teatri e biblioteche: sono i luoghi in cui si terranno i 65 appuntamenti del 'Mese della Memoria della Shoah', in programma in tutta la Puglia a partire dal prossimo 27 gennaio. L’iniziativa è stata presentata oggi dall’assessore regionale al Mediterraneo, Silvia Godelli. Sono intervenuti, tra gli altri, Marina Losappio dell’associazione 'Presidi del Libro', a cui è stata affidata la direzione del progetto, e Vito Antonio Leuzzi, presidente dell’istituto pugliese per l’antifascismo (Ipsaic).

Quest’anno – ha detto Godelli – abbiamo valutato l'opportunità di dedicare le iniziative alla capacità di rappresentare il tema della Memoria a grandi esponenti della letteratura, a storici e saggisti, oltre a mantenere una sezione dedicata ai sopravissuti e testimoni diretti”.

Il programa prevede – a quanto è stato annunciato – 15 incontri con autori di testi sulla Shoah, e spettacoli, incontri di lettura, reading musicali, laboratori teatrali, monologhi e piccoli spettacoli teatrali in tutta la Puglia. Nel corso della presentazione sono stati ricordati l’appuntamento con l'esponente della cultura yiddish Moni Ovadia, il 28 gennaio, al Kursaal Santa Lucia di Bari. Shulim Vogelmann, editore della Giuntina, casa editrice specializzata sul tema della Shoah, accompagnerà Lizzie Doron, esponente della 'seconda generazione' (figli della Shoah): a Bari e in provincia dal 31 gennaio al 2 febbraio. Una professoressa italiana dell’Università ebraica di Gerusalemme, Manuela Consonni, accompagnerà il sopravvissuto ai campi di sterminio Ahron Appelfeld (autore del libro 'Paesaggio con bambinà): il 27 febbraio all’Ateneo di Bari.

Per l’occasione il pianista barese Emanule Arciuli terrà un concerto con musiche di compositori di ascendenza ebraica. E ancora gli scrittori Alessandro Piperno con il volume 'Con le peggiori intenzionì', e Elena Loewenthal che farà visita ai licei baresi con 'I tormenti del ricordarè. Poi gli storici Anna Foa con il suo libro sulla Diaspora e la storia degli ebrei del '900, e Vito Antonio Leuzzi con un volume sulle leggi razziali in Puglia. Francesco Cassata discuterà di razza e razzismo, a Ruvo di Puglia il 23 febbraio. Daniela Padoan racconterà i campi di Auschwitz visti dalle donne; il giornalista Roberto Olla presenterà 'I filmati della Shoah'. Infine due mostre a Bari: una al Fortino Sant'Antonio, 'Dalle leggi sulla razza a Israelè; e 'Auschwitz, lo spirito del luogo', con installazioni che partiranno dalla Sala Murat fino a piazza del Ferrarese, per tutto il 'Mese della Memorià.
 
fonte: www.lagazzettadelmezzogiorno.it