Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}L'artista della cultura yiddish arriva a Bari con il monologo "Il Rischio della Memoria" per la seconda giornata degli incontri sulla Shoah; intervengono il Presidente Vendola e l'Assessore Godelli. Appuntamento il 28 gennaio alle ore 17.00 presso il Teatro Kursaal Santalucia.



Sarà Moni Ovadia il protagonista della seconda giornata de "Il Mese della Memoria" che si terrà mercoledì 28 gennaio alle ore 17.00 presso il Teatro Kursaal Santalucia di Bari. L'evento – promosso dalla Regione Puglia in collaborazione con l'Associazione "Presidi del Libro" ed il Comune di Bari – vedrà impegnato il popolare artista e grande cantore della tradizione e della cultura yiddish in un monologo dal titolo "Il Rischio della Memoria", un importante tassello nella sua opera di recupero e rielaborazione del patrimonio artistico del popolo ebreo.

L'appuntamento del 28 gennaio aprirà un fondamentale momento di riflessione su temi essenziali del mondo contemporaneo quali il rispetto della diversità e la coscienza storica, dando il via ad una serie di approfondimenti dedicati ai temi della Shoah; 65 incontri distribuiti in ben 37 città pugliesi per analizzare e comprendere le motivazioni che hanno portato alla pubblicazione delle leggi razziali italiane, all'antisemitismo, al revisionismo storico ed alla persecuzione antiebraica.

All'inaugurazione de "Il Mese della Memoria" è prevista la partecipazione del Presidente Nichi Vendola e dell'Assessore al Mediterraneo Silvia Godelli, che ha commentato: "La Regione Puglia ha raccolto l'impegno culturale, morale e politico, di celebrare la ricorrenza della Giornata della Memoria, destinando molte decine di iniziative a disseminare nei nostri territori, soprattutto nei confronti delle giovani generazioni, il rispetto della diversità, la conoscenza storica di quanto è stato, la proposizione della intangibilità sacrale della vita umana a prescindere dalle appartenenze religiose e nazionali".