Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Novità per le 10 aree vaste pugliesi che hanno presentato i rispettivi piani strategici. Le indicazioni sono state riportate nel documento "Il processo di attuazione della pianificazione strategica di area vasta".




Dopo la riunione di venerdì 13 febbraio con i rappresentanti dei comuni e delle organizzazioni sociali ed economiche, l’assessore al Bilancio e Programmazione della Regione Puglia, Michele Pelillo, insieme con il dirigente d’area Luca Limongelli, hanno illustrato le novità per le 10 aree vaste pugliesi che hanno presentato i rispettivi piani strategici.

Come è noto, le aree vaste hanno sostituito i Pis e i Pit nel ruolo della programmazione strategica. “Soprattutto in funzione anticiclica – ha spiegato Pelillo – potremmo stipulare con ciascuna area vasta accordi programma stralcio per progetti di qualità (2,5 – 5 milioni euro per progetto, con una spesa per ogni area vasta di circa 25-50 milioni di euro) immediatamente cantierizzabili e riguardanti i finanziamenti del FESR e non del FAS (Fondo per le Aree Sottoutilizzate), che invece deve essere ancora deliberato dal Governo”.

Su questa impostazione c’è l’accordo delle parti sociali e istituzionali presenti sul territorio, contestualmente oltre ai piani stralcio proseguirebbe l’attività di pianificazione ordinaria in attesa della precisazione dei fondi FAS dal governo nazionale.
In allegato, il documento riguardante "Il processo di attuazione della pianificazione strategica di area vasta".

Fonte: Ufficio Stampa Giunta Regionale