Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Dopo la conclusione del primo corso di formazione i partner del SIAB si organizzano per la parte conclusiva dei lavori.

 

L’hotel Atina di Banja Luka, in Bosnia-Erzegovina, ha ospitato nelle giornate del 5 e 6 giugno le delegazioni internazionali del progetto SIAB, un appuntamento che completa il lavoro fin qui realizzato e che ha visto il project manager Maroun El Moujabber aprire la sessione con un discorso di benvenuto.
Hanno poi preso la parola Irfan Tarelli (Albania), Dimitrije Markovic (Bosnia-Erzegovina) Zdravko Matotan (Croazia), Natasa Mirecki (Montenegro) e Tatjana Beuk Pirusic (Serbia), i queli hanno espresso la loro completa soddisfazione per la qualità del training.

L’incontro è stato anche occasione per presentare a tutti i partecipanti le ultime notizie sulle attività concernenti l’agricoltura organica in ciascun Paese, mentre la seconda sessione è stata conclusa da una presentazione di Vito Amoruso per la Regione Puglia nella quale è stata tracciata una sintesi dei programmi futuri.