Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Riconoscimenti alla carriera e all’impegno nel premio che ha mobilitato testate stampa, TV e on line. Affollata cerimonia di premiazione, con la partecipazione dell’Assessore Godelli e di altre autorità locali.



E’ Claudio Pappaianni, giornalista dell’Espresso, il vincitore assoluto del 1° Concorso Internazionale “Giornalisti del Mediterraneo”. Il premio, alla sua prima edizione, si è svolto sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana ed è stato organizzato dall’Associazione Culturale “Terra del Mediterraneo. Arte, Cultura e Comunicazione”, in partnership con l’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia.

I vincitori per le sette sezioni sono, invece, Sandra Nobre Lanca Lopes per la rivista portoghese “Tabu” - sezione “Tutela dei Minori”; lo svizzero Emiliano Bos per la rivista geopolitica “East” - sezione “Politica Internazionale”; Stefani Bizzarri per la rivista “Narcomafie”- sezione “Ecomafie e Pubblica Sicurezza”; Marco Loro per la rivista “Luce” - sezione economia “Vincenzo Fragassi”; Marco Merola per il settimanale “Oggi” - sezione “Mediterraneo”; dall’Albania Elsa Demo per il quotidiano “Shekulli” - sezione “Papa Wojtyla” e Domenico Cangemi della Rai di Palermo per la sezione “Anso”.

Menzioni Speciali per: Lorenzo Trombetta (La Stampa), Medaglia di Bronzo del Presidente della Repubblica; Mauro Denigris (Antenna Sud), Medaglia di Bronzo del Presidente del Senato; Lucilla Aglioti (Rai Educational), Medaglia di Bronzo del Presidente della Camera; Loredana Pianta (Rete 7) e Corrada Onorifico (Napoli Tv News), Scultura di Bronzo dell’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia; Accursio Soldano (Tele Radio Sciacca), Premio Giuria; Angelo Saso (Rai News 24), menzione speciale “Provincia di Bari”; Massimo Fiorillo (Avvenire), menzione speciale “Città di Bari”; Giovanni Longo (EPolis Bari), Alto Riconoscimento della Presidenza del Parlamento del Mediterraneo; Francesco De Leo (Il Riformista), Alto Riconoscimento dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo; Giuseppe D’Onchia (Tele Gela Color), Menzione Speciale “Terra del Mediterraneo”.

“L’idea di dar vita a questo concorso giornalistico - spiega Tommaso Forte, giornalista e ideatore dell’evento - nasce dalla volontà di porre a confronto i giornalisti dei paesi del Mediterraneo. L’evento costituisce senz’altro un trampolino di lancio a livello non solo nazionale, ma anche internazionale per tutti gli operatori della comunicazione. Inoltre, il successo della prima edizione, unica nel Mezzogiorno d’Italia, dimostra la forte progettualità dell’evento, ma anche la volontà di promuovere le diverse culture del Mediterraneo”.

“La massiccia adesione a questa prima edizione del premio – aggiunge Lino Patruno, presidente di giuria - è un incoraggiamento a continuare a lavorare per un Mediterraneo che sia ancora culla di comune civiltà. Un mare che anche gli articoli e i servizi tv e on line giunti da ogni dove hanno descritto come area non solo di pace ma anche di tensioni, verso le quali la stampa può avere un compito di testimonianza ma anche di impegno civile a trovare ciò che unisce più che ciò che divide”.

“Questo premio rappresenta una sfida grande - ha detto l’assessore al Mediterraneo Silvia Godelli, intervenuta alla cerimonia - ma è anche già un punto d’arrivo, il risultato di un impegno che ci ha portati in questi anni ad inseguire un’idea di futuro diverso, fatto di gente che cammina, che si muove da un paese all’altro e si contamina di continuo, in nome della salvaguardia dell’identità, ma anche delle differenze”.

Nel corso della serata sono stati consegnati anche i premi  alla carriera - “Caravella del Mediterraneo 2009” - a Maurizio Belpietro (direttore del settimanale Panorama), Carlo Bollino (direttore de “La Gazzetta del Mezzogiorno”), Diego Minuti (direttore di AnsaMed).

La Giuria è composta da Lino Patruno, editorialista de La Gazzetta del Mezzogiorno, Francesco Strippoli, del Corriere del Mezzogiorno, Nello Mongelli, direttore del quotidiano Barisera, Patrizia Camassa, di Teleregione, Michele Dell’Edera, direttore agenzia Zeroventiquattro.it, Nicola e Saverio Fragassi, de La Gazzetta del Mezzogiorno, Bernardo Notarangelo, dirigente Servizio Mediterraneo della Regione Puglia, Ileana Inglese, di Europuglia.it, Mons. Giacomo Giampetruzzi, esperto di comunicazione sociale e giudice del Tribunale Ecclesiastico Regionale Pugliese.