Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Con 555 voti sui 644 voti validi (713 i totali), il popolare polacco Jerzy Buzek è stato eletto, al primo turno, nuovo Presidente del Parlamento per i prossimi due anni e mezzo.



L'elezione è frutto di un accordo tra i tre principali gruppi al Parlamento europeo, che prevede l'elezione di un membro dell'S&D per la seconda parte della legislatura. L'altra candidata, Eva-Britt Svensson del gruppo della sinistra unitaria, ha ottenuto 89 voti. Sono state 69 le schede nulle o bianche.

Il neo eletto, primo Presidente del Parlamento europeo originario di un Paese dell'Est Europa, ha definito "straordinario" il gesto di Mario Mauro e Graham Watson che hanno deciso di ritirarsi dalla competizione per garantire "compattezza" al Parlamento.

Nella sua allocuzione, il Presidente Buzek ha sottolineato che i diritti umani saranno la priorità di tutto il suo mandato e ha chiesto all'Assemblea di rispondere alla fiducia dei cittadini attivandosi per combattere la crisi, creando occupazione, lottando contro i cambiamenti climatici e prendendo le misure necessarie per garantire l'approvvigionamento energetico.

Il Presidente Buzek illustrerà il programma politico dei suoi due anni e mezzo di presidenza durante la plenaria del prossimo settembre.

Al termine del suo discorso il Presidente Buzek ha ringraziato il suo predecessore, Hans-Gert Pöttering, al quale ha donato una statuetta di Santa Barbara, patrona dei minatori, scolpita nel carbone.

L'Assemblea ha inoltre eletto i 14 Vicepresidenti, fra i quali sei donne, che resteranno in carica per due anni e mezzo. A rappresentare l'Italia ci saranno Roberta Angelilli e Gianni Pittella, assieme ai quali sono stati eletti tre tedeschi, due spagnoli, due greci, due britannici, un belga, un ungherese e un ceco.


Fonte: Ufficio d'Informazione del Parlamento Europeo per l'Italia