Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}La Commissione europea ha destinato all'Unione europea per il Mediterraneo un contributo supplementare di 72 mln di euro per i progetti prioritari 2009-2010. 



Alla vigilia del primo anniversario del lancio dell'Unione europea per il Mediterraneo (Parigi, 13 luglio 2008), la Commissione europea ha annunciato un contributo supplementare di 72 milioni di euro per il periodo 2009-2010 in favore degli ambiti di azione ritenuti prioritari dai capi di Stato e di Governo euro-mediterranei nel corso del loro incontro a Parigi.

I lavori saranno incentrati in materia ambientale sull'inquinamento del Mar Mediterraneo, sulle autostrade di mare e di terra, sulle energie alternative, con accento messo sul piano solare mediterraneo, sull'insegnamento superiore e la ricerca o ancora sul sostegno agli investimenti nelle imprese. Una parte dei fondi servirà a sostenere il funzionamento del segretariato dell'Unione per il Mediterraneo. Il contributo porta a 90 milioni di euro il budget comunitario totale destinato dal luglio 2008, alle priorità individuate dall'Unione per il Mediterraneo.

Fonte: Sistema Puglia.