Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Martedì 1 settembre, incontro fra gli artisti in partenza per Skopje, per la “Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo” ed i giornalisti. Presente anche Silvia Godelli, Assessore al Mediterraneo della Regione Puglia.




Si avvicina la Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo, che quest’anno si svolgerà a Skopje, in Macedonia, dal 3 al 12 settembre. In vista di questa edizione della Biennale l’Arci pugliese, con il contributo della Regione Puglia, ha elaborato il progetto “Apulia Caravan”: l’obiettivo è quello di accompagnare in Macedonia i giovani artisti selezionati dall'Arci per rappresentare la nostra regione a Skopje, e di sostenere nella loro partecipazione alla Biennale due giovani scrittori, l’egiziano Omar Hazek e la tunisina Emna Louzir.

I partecipanti all’Apulia Caravan si imbarcheranno la sera di martedì 1 settembre: alle ore 18.30, presso il terminal Crociere del Porto di Bari, è previsto un incontro fra i giovani artisti e i giornalisti. All’incontro sarà presente Silvia Godelli, Assessore al Mediterraneo della Regione Puglia. È stato invitato a partecipare il presidente della Regione, Nichi Vendola. La conferenza stampa si tiene grazie alla collaborazione di "Bari Porto Mediterraneo".

Il progetto Apulia Caravan si propone di far diventare il viaggio da Bari a Skopje da semplice trasferimento a esperienza creativa e formativa, con l'idea di costruire un ponte ideale tra la città di Bari e il sud-est del Mediterraneo, in omaggio all'idea di "regione strabica". Gli artisti arriveranno alla Biennale al termine di un viaggio attraverso l'Adriatico e l'Albania, trasformando la criticità degli spostamenti in un'opportunità di crescita culturale e di conoscenza per i giovani artisti pugliesi e per la Puglia tutta, che favorisca la scoperta di due paesi (l’Albania e la Macedonia) così vicini alla nostra regione, eppure così sconosciuti.

I giovani artisti selezionati osserveranno le terre al di là dell'Adriatico e utilizzeranno la loro ispirazione e la loro creatività come strumenti di informazione e conoscenza per i Pugliesi una volta tornati a casa, attraverso la realizzazione di opere che raccontino di questo viaggio. Gli artisti realizzeranno anche un video che racconti questa esperienza, curandone la regia, la sceneggiatura e la colonna sonora, ciascuno secondo le proprie competenze.

Fonte: Ufficio Stampa Arci Bari.