Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Si riunisce a Bari il Comitato Esecutivo dell’Euroregione Adriatica. Appuntamento venerdì 4 settembre presso la Mediateca dell’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia. Presenti l’assessore Silvia Godelli, presidente della Commissione Turismo e Cultura e Ivan Jakovčić, presidente in carica dell’EA.



Torna a riunirsi il Comitato Esecutivo dell’Euroregione Adriatica (EA); questa volta a Bari, alla presenza dell’assessore regionale al Mediterraneo Silvia Godelli, presidente della Commissione Turismo e Cultura e del presidente della regione istriana Ivan Jakovčić, presidente in carica dell’EA.

I membri dell’Esecutivo sono stati infatti convocati per il primo incontro tecnico dopo la pausa estiva, che si svolgerà venerdì 4 settembre 2009 presso l’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia (ore 10.00,  Sala Mediateca, con ingresso da via Zanardelli 36).

All’ordine del giorno, fra le altre cose, la discussione sui Progetti da presentare nell’ambito del Programma CBC IPA Adriatico, l’organizzazione della V Assemblea dell’Euroregione Adriatica e la richiesta di adesione della Prefettura di Thesprotia in Grecia.

Costituita nel 2006 a Pola, nella regione istriana, come associazione senza fini di lucro, l’Euroregione Adriatica coinvolge 25 membri tra governi regionali e locali e rappresenta un interessante modello di cooperazione transfrontaliera ed interregionale finalizzato a promuovere lo sviluppo coordinato ed integrato dei paesi coinvolti (circa 220 mila km² per 22 mln di persone): l'Italia, con Puglia, Molise, Abruzzo, Marche, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia; l'area balcanica, con le Repubbliche di Montenegro (Municipalità di Kotor e di Tivat) e di Albania; le Regioni Istriana, di Zara, Lika e Segna, Litoraneo montana, Sebenico e Knin, Dalmazia e Spalato, Dubrovnik e Neretva, il Cantone Erzegovese e della Neretva, oltre alla prefettura di Corfù. Ne fanno parte anche il Consiglio d'Europa e il Parlamento europeo.

Cinque le Commissioni tematiche costituite nell'ambito dell'EA, che si sono attivate su settori strategici quali turismo e cultura, attività produttive, pesca, tutela dell'ambiente, trasporti e infrastrutture, ciascuna coordinata da una regione diversa, con la supervisione del Comitato Esecutivo. La Regione Puglia, nella persona dell’assessore Godelli, presiede la Commissione Turismo e Cultura.

Per informazioni sull’Euroregione Adriatica consultare la scheda a cura della Redazione Europuglia.