Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Lotta all'immigrazione e politiche mediterranee in primo piano nel vertice italo-spagnolo di oggi alla Maddalena. Ma non solo: ricca e' l'agenda politica della riunione.

Oggi si cerchera' di consolidare le convergenze con la prossima presidenza spagnola dell'Unione Europea, valorizzando i comuni interessi di due Paesi mediterranei nelle tematiche dell'immigrazione e delle iniziative di collaborazione nell'area. Ma la presidenza spagnola nel primo semestre del prossimo anno offre una favorevole opportunita' politica per l'organizzazione del vertice Ue-Balcani che l'Italia chiede da tempo.

Si cerchera' inoltre la conferma di una sintonia politica esistente sui principali dossier internazionali: dall'Afghanistan al Libano al nucleare iraniano. Ed anche su quelli piu' strettamente europei come dal Trattato di Lisbona al rilancio dei progetti connessi all'Unione per il Mediterraneo.
   Si cerchera' quindi di concretizzare specifiche iniziative, quale il varo dell'accordo sulle cosiddette 'autostrade del mare' e si parlera' delle prossime candidature europee. Sul piano della collaborazione industriale l'Italia vuole promuovere l'ulteriore sviluppo di Enel/Endesa specie sui
mercati terzi ed avviare iniziative nel settore della difesa (come, ad esempio, la produzione del veicolo blindato 'Freccia' dell'IVECO e forniture del modello AW 101 di Agusta Westland).

Il programma prevede l'apertura ufficiale alle 10.50 con l'arrivo della delegazione spagnola. Il Vertice si articola come di consueto in una prima fase di riunioni separate tra i primi ministri e tra i ministri tecnici, dalle 11.00 alle 12.00. Quindi la riunione plenaria (al termine vengono firmati gli accordi).

Successivamente i due premier, dopo aver incontrato i Presidenti di Confindustria e CEOE (sua equivalente spagnola), terranno una conferenza stampa congiunta. Subito dopo il pranzo ufficiale offerto dal Presidente del Consiglio. Per la prima volta quest'anno - a latere del Vertice - si
terra' un foro ristretto tra alcuni esponenti di rilievo del mondo imprenditoriale italiano e spagnolo; i Presidenti delle due associazioni confindustriali incontreranno al termine i Presidenti Berlusconi e Zapatero. All'incontro parteciperanno anche il Ministro per le politiche europee, Andrea Ronchi, ed il Sottosegretario Garrido, suo omologo. (ANSAmed)