Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.



Comincia oggi, a Capri, il convegno, organizzato dai Giovani imprenditori di Confindustria, sul tema ''Mediterraneo, dall'Europa al Golfo, la rotta verso nuovi orizzonti''. La considerazione di base, sulla quale si muoveranno nell'arco di due giorni i vari appuntamenti del convegno, e' che c'e' ''la necessita' di un progetto strategico globale per un Mediterraneo integrato, nel quale si tenga conto delle reali esigenze delle societa' che vi appartengono, dallo sviluppo socio-economico alla sostenibilita' ambientale, dalla governance locale alla mobilita' di persone, merci e capitali''.
   Quindi occorre interrogarsi su quale modello di integrazione sostenibile adottare ''per far dialogare politiche di sviluppo e cooperazione, necessita' economiche e opportunita' di mercato''.

La ''due giorni'' del Giovani imprenditori di Confindustria si articola in una serie di eventi, tra i quali tavole rotonde e incontri tematici (''Mediterraneo tra opportunita' e bisogni: economie, societa', cultura in crescita''; ''La nuova Europa e il Mediterraneo''; ''Il ruolo dell'Italia nella costruzione di un modello di sviluppo''; ''Il Mediterraneo di domani, tra integrazione e crescita'').

Tra le presenze annunciate, venerdi', quelle del vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani; del vicepresidente del senato, Emma Bonino, del presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, del ministro degli Interni, Roberto Maroni, e del viceministro dello Sviluppo economico, Adolfo Urso; sabato, del presidente della Camera, Gianfranco Fini, del ministro dell'Economia e Finanze, Giulio Tremonti, del
sottosegretario agli Esteri, Stefania Craxi, e del presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia. (ANSAmed)