Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Soddisfazione per il percorso compiuto e grandi aspettative per un futuro di collaborazione sempre più intensa tra Italia e Albania, nel discorso del Ministro albanese per l'Integrazione Europea.



Impossibilitata ad intervenire per impegni istituzionali, il Ministro Majlinda Bregu ha fatto pervenire ai partecipanti una nota.
Ne riportiamo uno stralcio:

{mosimage}

Come sapete, il Ministero dell’Integrazione Europea albanese è il coordinatore nazionale di tutti i programmi di assistenza finanziaria e tecnica che l’Unione Europea mette a disposizione dell’Albania: in particolare, i programmi nazionali e quelli di cooperazione transfrontaliera, nel 2000-2006 il Programma CARDS, e dal primo gennaio 2007 lo strumento di assistenza alla Pre-adesione IPA.
Per quanto riguarda il Programma di cooperazione transfrontaliera 2000-2006, conosciuto come Programma di  Prossimità nel periodo 2004-2006, l’Albania ha partecipato a due programmi di cooperazione con l’Italia, che oggi rappresenta il nostro partner strategico nel percorso verso l’adesione all’UE: il Programma multilaterale Italia–Adriatico tra l’Italia e i Paesi dei Balcani occidentali bagnati dal mare Adriatico e il Programma bilaterale Italia–Albania.
Nell’ambito del Programma Italia–Albania, desidererei  sottolineare che è stata un’esperienza importante per il nostro futuro. Molte cose che noi abbiamo condiviso con l’Italia durante questi anni di collaborazione, come lo scambio di best practices e di know-how nei settori di comune interesse, quali la collaborazione istituzionale, l’istruzione, la sanità, l’emigrazione, il turismo e tutto il potenziale turistico che noi possediamo, tutto questo è stato oggetto dei 70 progetti realizzati nell’ambito del Programma.
Nell’ambito del Programma IPA Adriatico non posso non menzionare il Progetto strategico sull’energia rinnovabile per tutta la zona dell’Adriatico, che – ne sono convinta - produrrà  effetti positivi nei campi più delicati e problematici dell’Albania.
Le sfide che ci aspettano per il futuro sono ancora più grandi, però nello stesso tempo ci impegniamo ad affrontarle con successo in  modo da poter vedere  il nostro Paese entrare quanto prima nella grande famiglia europea, con cui condividiamo  valori comuni.
Auguro una collaborazione fruttuosa tra i nostri Paesi.

Majlinda Bregu
Ministro dell'Integrazione Europea in Albania