Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}I temi della cooperazione nel Mediterraneo e del dialogo interculturale al centro del Convegno internazionale sull’Accordo di Programma Quadro - APQ Mediterraneo, organizzato per il 16 e 17 novembre 2009, presso il Castello Svevo di Bari. Promotori Innovapuglia e il Servizio Mediterraneo della Regione Puglia. Presente l’Assessore Silvia Godelli.



Tre sessioni articolate in due giorni, il 16 e il 17 novembre 2009, per confrontarsi sui temi della cooperazione internazionale, del dialogo interculturale e del ruolo del partenariato euromediterraneo nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro - APQ Mediterraneo. Di questo si parlerà nel corso del Convegno internazionale, organizzato a Bari da Innovapuglia Spa insieme al Servizio Mediterraneo della Regione Puglia, che hanno il ruolo di coordinamento dell’attuazione degli interventi per la linea tematica “Dialogo e Cultura” (2.4).

L’evento, incentrato sul tema  “La programmazione 2007-2013 Dialogo Interculturale e Cooperazione Internazionale nel Mediterraneo”, si svolgerà presso il Castello Svevo di Bari (Sala Multimediale). Lunedì 16 (ore 10.15) sarà la direttrice Annamaria Lorusso ad aprire i lavori della prima sessione, che verranno coordinati da Bernardo Notarangelo, in qualità di Presidente del Comitato Nazionale CBC ENPI Mediterraneo.

Rappresentanti del Ministero degli Affari Esteri e del Ministero dello Sviluppo Economico, si confronteranno poi con esponenti dell’Unesco e dei governi partner, Egitto, Marocco, Tunisia e Giordania, sul percorso che dall’APQ porta alla costituzione di un partenariato euromediterraneo e sul suo ruolo in una prospettiva di dialogo intermediterraneo.

La sessione pomeridiana su “La valorizzazione del patrimonio archeologico nel Mediterraneo” (Linea 2.4 Dialogo e cultura) – con intervento, fra gli altri, di Francesco Saponaro, direttore generale Innovapuglia - sarà invece dedicata alla presentazione a cura delle regioni e dei paesi partner dei sub-progetti nei quali si articola il Progetto Integrato DIARCHEO (ArTEA, Archeourb, Archeogiordania, Mosaici, Portale, SIWA, Convegno Internazionale). Lo stesso convegno è parte del sub-progetto i cui partner sono la Regione Puglia, tramite il soggetto attuatore InnovaPuglia e la Regione Lombardia, soggetto attuatore IRER.

A chiudere i lavori la terza sessione, nella mattinata di martedì 17, che aprirà il confronto sul Progetto Integrato come volano per la valorizzazione del patrimonio archeologico, in quanto veicolo di dialogo interculturale. Introdurrà Francesco Palumbo, Direttore Area Politiche per la promozione del territorio, dei saperi e dei talenti; seguiranno gli interventi di Claudio D’Amato Guerrieri, preside della Facoltà di Architettura di Bari e Ruggero Martines, Direzione  regionale per i beni culturali e paesaggistici della Puglia.

Le conclusioni della prima e dell’ultima sessione saranno affidate all’Assessore Silvia Godelli. Al termine ci sarà l’insediamento del Comitato di Pilotaggio del Progetto, che vede la presenza di rappresentanti del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero dello Sviluppo Economico, dei governi partner Egitto, Marocco, Tunisia e Giordania, della Regione Puglia, Bernardo Notarangelo e di Innovapuglia, Daniela Mazzucca.

In allegato il programma dell'evento
Per informazioni sull’APQ Mediterraneo consultare la scheda a cura di Europuglia.