Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}È l'attuale rappresentante della Giordania davanti all'UE il candidato unico alla segreteria dell'Unione per il Mediterraneo, che avrà sede a Barcellona e che prenderà forma definitiva il 21 novembre con l'approvazione dello statuto.


Dopo l'annullamento del vertice dei ministri degli Esteri dell'Unione per il Mediterraneo inizialmente fissato a Istanbul, lo statuto sarà approvato a Bruxelles dal Comitato ad hoc costituito prevalentemente da ambasciatori, secondo fonti al corrente del processo citate da El Pais.

Con ogni probabilità, nella riunione del 21 novembre sarà nominato anche il giordano Ahmad Masadeh come segretario della Upd, un incarico che toccherà, alternativamente, a un rappresentante della Riva Sud e uno della Riva Nord del Mediterraneo. I due presidenti di turno dell'UpM, il francese Nicolas Sarkozy e l'egiziano Hosni Mubarak, dovranno successivamente ratificare la nomina.

Nel frattempo sono stati quasi ultimati i lavori di adeguamento del Palazzo di Pedralbes di Barcellona, la sede del segretariato dell'organismo, che comincerà la propria attività durante il semestre di presidenza spagnola della Ue, a partire dal gennaio 2010.

Fonte: Il Mediterraneo.