Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.



''Abu Mazen e Shimon Peres hanno accettato il nostro invito: il 21 aprile ci sara', a Roma, un incontro durante il quale i vertici del popolo palestinese ed ebraico potranno parlarsi''. Lo ha annunciato il sindaco di Roma Gianni Alemanno durante l'iniziativa 'Ara Pacis: Roma capitale
del dialogo'.

Per il sindaco, che aveva piu' volte parlato dell'invito fatto, questo incontro ''servira' per riflettere affinche' il processo di pace non sia solo politico ma un processo profondo all'interno dei due popoli''.

L'iniziativa ''Ara Pacis: Roma capitale del dialogo'' ha raccolto uomini e donne provenienti da tutto il mondo, ''i testimoni del perdono'', che hanno sofferto personalmente a causa di conflitti armati. Il sindaco, parlando all'interno del complesso museale dell'Ara Pacis, ha spiegato che ''nascera' a
Roma il Consiglio per la dignita', il perdono e la riconciliazione, che sara' un organismo etico, apolitico e aconfessionale''.

L'organismo raggruppera' 80 persone, capi di Stato e di Governo e leader religiosi che si incontreranno nella Capitale il 21 aprile 2010, giorno in cui si celebra il Natale di Roma, per l'istituzione e il riconoscimento del nuovo organismo e per la sottoscrizione della Carta universale. Durante la seconda fase verra' avviato anche l'iter di riconoscimento della Carta universale alle Nazioni Unite.

Alemanno, prima di lasciare l'Ara Pacis, ha visitato la mostra 'Cartooning in conflict'.(ANSAmed)