Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.



L'Assemblea del Consiglio d'Europa (Pace) sollecita il governo albanese ad instaurare, 'senza ulteriore ritardo, una commissione parlamentare d'inchiesta sulle elezioni di giugno 2009, oltre a chiedere all'opposizione di tornare in Parlamento.

L'Assemblea ha anche sollecitato una visita a breve del comitato dei presidenti (composto da presidente, capigruppo gruppi politici e segretario generale dell'Assemblea), accompagnati dai relatori della Commissione di controllo per l'Albania, per ''sostenere il processo di risoluzione dell'attuale situazione politica e assistere il presidente Bamir Topi nel suo ruolo di mediatore e nei suoi sforzi di ripristinare il dialogo politico''.

Piu' in generale, il messaggio da Strasburgo a governo e opposizione del Paese e' quello di 'mettere fine alla crisi politica in corso e assumersi le proprie responsabilita' nel procedere alle riforme necessarie. Secondo l'Assemblea del Consiglio d'Europa, ''l'assenza di un dialogo parlamentare ostacola seriamente il funzionamento democratico delle istituzioni dello Stato'', notando poi come 'in assenza di un dialogo parlamentare significativo, si accresce l'uso di una forte retorica da parte di tutti quelli coinvolti, con il rischio di destabilizzare il Paese''.(ANSAmed).