Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.



La Libia ha sospeso, da ieri, la concessione di visti turistici a cittadini che provengono da Paesi dell'area Schengen. La decisione e' stata comunicata all'Ufficio dell'Immigrazione libico con una circolare proveniente dal Comitato Generale del Popolo, il governo libico, e firmata dal primo ministro Al Bagdadi Al Mahmoudi. La circolare, in arabo, non reca alcuna motivazione, secondo quanto riferito all'ANSA, da un funzionario del ministero del Turismo libico.

Vi si trova solo l'elenco dei Paesi - tra i quali l'Italia - dai quali non saranno accettati, a tempo indeterminato, richieste di visto turistico. Si tratta di: Spagna, Estonia, Germania, Islanda, Italia, Portogallo, Danimarca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Svezia, Francia, Belgio, Finlandia, Bulgaria, Cipro, Polonia, Rep. Ceca, Lettonia, Lussemburgo, Malta, Austria, Ungheria, Olanda, Grecia. Nessuna informazione e' stata data circa la concessione di visti di lavoro o di altra natura.(ANSAmed).