Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.



La Croazia guarda al mercato iraniano. La Fabbrica Tabacchi di Rovigno (Tdr), il maggiore produttore di tabacco in Croazia, ha infatti firmato un accordo di collaborazione con l'azienda Iranian Tobacco Company per la costruzione di una nuova fabbrica in Iran. Il valore complessivo dell'investimento, scrive l'Ice di Zagabria, e' di 30 milioni di euro. Grazie a questo nuovo investimento, la Tdr - di proprieta' del gruppo Adris (alberghiero e produzione alimentare) - lancera' sul mercato iraniano due suoi marchi.

L'accordo di collaborazione prevede inoltre la produzione di un marchio congiunto tra i due produttori. Lo stabilimento iraniano, che sara' realizzato entro la fine del 2011, avra' una capacita' produttiva pari a 6,5 miliardi di sigarette all'anno (il consumo annuale in Iran e' superiore a 70 miliardi di sigarette). Nel totale delle vendite della Tdr, il 50% e' realizzato sui mercati esteri. Sul mercato interno, invece, il produttore croato detiene una quota pari all'81%. (ANSAmed).