Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.



Prima visita ufficiale in Tunisia, oggi e domani, del commissario europeo per l'Allargamento e la politica di vicinato, Stefan Fule, che avra' una serie di incontri con vari ministri. ''I legami fra Ue e Tunisia - ha detto Fule - sono forti. Sono convinto che possiamo sviluppare ulteriormente le nostre relazioni bilaterali, con il supporto di numerosi fattori positivi e in particolare della stabilita' di cui gode la regione''. Nello specifico, ''ho intenzione di dare un nuovo impulso alle nostre relazioni - ha aggiunto il commissario europeo - lavorando sulla base della fiducia e della comprensione reciproca che gia' esistono, in vista di un dialogo costruttivo, ambizioso e rivolto verso l'avvenire''. I rapporti fra Tunisia e Ue sono regolati dall'accordo di associazione, il primo stipulato dall'Europa con un Paese del Mediterraneo, nel 1995. L'accordo stabilisce una cooperazione in ambito politico, economico, sociale, scientifico e culturale e, a lungo termine, una zona di libero scambio tra le due parti. Nel quadro della cooperazione tecnica e finanziaria tra Ue e Tunisia, diversi protocolli finanziari sono stati firmati dal 1980. Questo tipo di cooperazione e' finanziata, dal 2007, nel quadro dello strumento europeo della politica di partenariato e vicinato (Enpi), con sovvenzioni in diversi campi: economia e commercio, formazione e occupazione, energia e ambiente, agricoltura e giustizia. (ANSAmed).