Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}A regime nel 2010 il meccanismo europeo per l'assistenza a livello locale nel settore dell'energia (ELENA) che consentirà a città e regioni di investire fino ad oltre un miliardo di euro in totale in progetti per le energie rinnovabili.



La Commissione europea e la Banca europea degli investimenti (BEI)  auspicano che nel 2010, il meccanismo europeo per l'assistenza a livello locale nel settore dell'energia (ELENA), lanciata a dicembre permetta di investire oltre un miliardo di euro in progetti per l'efficienza energetica e le energie rinnovabili. Un primo accordo sarà firmato in aprile con  la città di Barcellona.

Questo accordo è stato annunciato in occasione del lancio della Settimana europea della produzione sostenibile dell'energia, tenutasi a Bruxelles.

La BEI sta attualmente  accordandosi con altre 16 città o regioni sui loro piani d'investimento per una maggiore efficienza energetica e sviluppo delle energie rinnovabili.

Le aree urbane  assorbono circa il 70% dell'energia consumata nell'Unione europea, ma gran parte del potenziale investimento in energia sostenibile rimane inutilizzato.

ELENA è stato progettato per aiutare le città e le regioni ad utilizzare questo potenziale, fornendo assistenza tecnica per strutturare e realizzare progetti nel modo più efficiente possibile per attrarre finanziamenti da banche locali o da altre fonti, come la  BEI. L'assistenza tecnica è finanziata dal programma Energia Intelligente - Europa (EIE).

Più di 200 città e regioni hanno già chiesto informazioni concrete sul programma. Solo, il progetto di Barcellona, che ammonta a 500 milioni di euro, prevede di risparmiare ogni anno 280 GWh di energia e ridurre le emissioni di CO2 per l'equivalente di 170.000 tonnellate l'anno. Quattro altri progetti saranno presto istituiti, per i quali più di 500 milioni di euro di investimenti dovrebbero essere rilasciati nei prossimi 12 mesi.