Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}A Bari per un convegno promosso da Federculture in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese sulla cultura e il suo ruolo nello sviluppo euromediterraneo. Appuntamento venerdì 16 aprile, al Castello svevo - sala Bona Sforza.

Creatività e cultura, nella società della conoscenza, sono fattori chiave per generare innovazione e sviluppo. Allora perché non sondare le straordinarie possibilità che possono scaturire per il nostro Sud da una programmazione che faccia leva su una piattaforma culturale? Si tratta di ripensare al Mezzogiorno come banco di prova di una nuova strategia finalizzata a stimolare una crescita incentrata sulla cultura, in una prospettiva di respiro europeo e in una rinnovata ottica euromediterranea.

“La Cultura al centro dello sviluppo euromediterraneo” è il titolo del convegno che si terrà venerdì 16 aprile a Bari nella sala Bona Sforza del Castello Svevo, promosso da Federculture in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese. Tra gli interventi previsti, Andrea Ronchi, Ministro Politiche Europee, Gianni Pittella, Vicepresidente vicario del Parlamento Europeo, Carmelo Grassi, Presidente Teatro Pubblico Pugliese, Roberto Grossi, Presidente di Federculture, Andrea Geremicca, Presidente Fondazione Mezzogiorno Europa, Frédéric Jambu, Direttore A.D.C.E.I. - Associazione per lo sviluppo culturale europeo e internazionale, Franco Scaglia, Presidente RAI Cinema.

Il convegno sarà articolato in due sessioni: nella prima si discuterà sulle politiche della cultura per la competitività e per la cooperazione euromediterranea; mentre i lavori del pomeriggio saranno dedicati alle industrie creative e allo sviluppo dei territori, piattaforma strategica per la candidatura a Capitale Europea della Cultura 2019, con riflessioni di Predrag Matvejevic, saggista, e Luigi Ratclif, Presidente Bjcem e con interventi di Doris Pack, Presidente della Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento Europeo e Alberto Versace, Direttore Generale Ministero dello Sviluppo Economico. Saranno inoltre presenti all'appuntamento Bernardo Notarangelo, dirigente del Servizio Mediterraneo della Regione Puglia, e Francesco Palumbo, Direttore Area Politiche per la Promozione del Territorio, dei Saperi e dei Talenti della Regione Puglia.

E’ prevista, inoltre, una tavola rotonda a cui parteciperanno Michele Emiliano, Sindaco di Bari, Kiril Jordanov, Sindaco di Varna (Bulgaria), Salvatore Adduce, sindaco di Matera ed il governatore della Basilicata Vito De Filippo. Modereranno il dibattito Luigi Quaranta (Corriere del Mezzogiorno) e Dino Pesole (Il Sole24ore).

In allegato il programma dell'evento.