Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.



Il 29 aprile 2010 avra' luogo a Bari - informa una nota della Camera - presso il Castello Svevo, la VIII Riunione dei Presidenti dei Parlamenti della Iniziativa adriatico-ionica, organizzata dal Parlamento italiano, nel quadro della Presidenza di turno italiana dell'iniziativa (1 giugno 2009 - 30 maggio 2010). Ai lavori parteciperanno i presidenti, o loro qualificati delegati, dei Parlamenti di Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Grecia, Italia, Montenegro, Serbia e Slovenia.

La riunione, a partire dalle ore 10, si articolera' in una Sessione inaugurale nella quale rivolgeranno indirizzi di saluto il Presidente della Camera dei deputati, Gianfranco Fini, la senatrice Emma Bonino, Vice Presidente del Senato della Repubblica, il sen.Alfredo Mantica, Sottosegretario per gli Affari Esteri, l'Amb. Alessandro Grafini, Segretario Generale dell'Iniziativa Adriatico-Ionica. Nella Prima Sessione, relativa al ruolo della cooperazione parlamentare in ambito IAI nella prospettiva dell'integrazione europea dei Balcani Occidentali, vi sara' la relazione introduttiva del Presidente del Parlamento della Repubblica di Croazia, on. Luka Bebic, cui seguira' un dibattito. Il Vice Presidente della Camera dei deputati, on. Antonio Leone, svolgera' la relazione introduttiva sul tema della Seconda Sessione, che si incentrera' sulla tutela e la valorizzazione del Mar Adriatico quale fattore di sviluppo culturale e turistico della Regione. (ANSAmed).