Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Interventi di partenariato e cooperazione sono gli scopi di una visita ufficiale che il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e l' assessore regionale al Mediterraneo, Silvia Godelli, hanno in programma per il primo e il 2 novembre prossimi a Damasco. In una nota della regione si spiega che la Siria e' una delle aree geografiche prioritarie verso le quali la Regione Puglia intende orientare le proprie azioni nell'ambito del Programma di cooperazione e di interventi di partenariato fra comunita' locali sviluppato dall'assessorato al Mediterraneo.

I rapporti di cooperazione con la Siria - si aggiunge nella nota - ''vivono una fase di particolare slancio, caratterizzata da una singolare convergenza e complementarieta' tra l'azione promossa dal governo e dagli enti locali italiani e le iniziative assunte dalla imprenditoria'' pugliese. Tra gli interventi di partenariato a regia regionale c'e' un progetto di sviluppo socio-economico delle comunita' rurali e di valorizzazione dell'area archeologica di Ebla con fondi regionali pari a 60.000 euro, promosso dalla Provincia di Lecce (ente capofila) e con la partecipazione del ministero delle attivita' economiche, delle altre Province pugliesi, dell'Universita' di Bari, dell'Universita' La Sapienza di Roma e dell'associazione Movimondo, la cui gestione e' affidata all'Istituto agronomico del Mediterraneo di Bari. Il progetto prevede l'istituzione di corsi di formazione per promotori turistici, attivita' di gemellaggio nelle scuole, eventi divulgativi, partecipazione a fiere e manifestazioni, produzione di ricerche e studi. Il programma della visita in Siria prevede incontri con il ministro dell'agricoltura e della riforma agraria Adel Safar, il viceprimo ministro con delega all'economia Abdullah Dardari e il viceministro della cultura Abdul Razzaq Moaz.


Fonte: ANSAmed