Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Una conferenza internazionale su "Risparmio idrico nell'agricoltura mediterranea e priorità nella futura ricerca" è stata promossa dall'Istituto agronomico Mediterraneo del Ciheam di Valenzano (Bari) dal 14 al 17 febbraio prossimi.

 

Vi prenderanno parte oltre 60 rappresentanti di universita', centri di ricerca, istituzioni governative, enti gestori dell'acqua per irrigazione e associazioni di utenti finali, provenienti da 16 Paesi del Mediterraneo.

Alla giornata inaugurale sara' presente il Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Paolo De Castro.

La conferenza - e' detto in un comunicato del Ciheam - segna il momento conclusivo dell'attivita' di 'Wasamed', il network internazionale di ricerca sul risparmio idrico nell'agricoltura dei Paesi mediterranei che e' stato coordinato dall'IAMdi Bari e che ha avuto 42 partner di 16 Paesi. Il lavoro svolto nell'arco di quattro anni ha consentito di costruire una base di conoscenze comuni in grado di conciliare i differenti interessi e comporre i conflitti emergenti nella gestione dell'acqua. Sono stati inoltre definiti priorita' e obiettivi per la ricerca idonei ad indirizzare e supportare le strategie locali e regionali per la gestione delle risorse idriche in agricoltura, e sono stati identificati indicatori per il monitoraggio e la valutazione delle diverse strategie ed opzioni per il risparmio idrico. I risultati di volta in volta raggiunti da 'Wasamed' sono stati presentati e dibattuti in cinque workshop, tenutisi in Turchia, Tunisia, Egitto, Giordania e Malta.

I temi svolti sono stati l'approccio partecipativo alla gestione della risorsa idrica, la performance e la gestione dei sistemi irrigui, l'uso di acque non convenzionali in agricoltura, l'efficienza nell'uso dell'acqua e la sua produttivita' e l'integrazione delle strategie e delle opzioni di risparmio idrico nelle politiche idriche regionali e locali.

Al termine della conferenza e' in programma una visita tecnica al comprensorio irriguo della Sinistra Ofanto, gestito dal Consorzio di Bonifica della Capitanata. Alla cerimonia di apertura, parteciperanno il direttore dell'Iam, Cosimo Lacirignola, la delegata italiana nel Ciheam, Giuliana Trisorio Liuzzi, Antonio Di Santo, in rappresentanza dell'Autorita' di bacino pugliese, Antonio Lia, presidente dell'Ato pugliese, il direttore della Direzione Affari Internazionali della Commissione Europea, Aldo Longo, e l'assessore al Mediterraneo della Regione Puglia, Silvia Godelli.

Fonte: ANSAmed.