Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Un protocollo di collaborazione e cooperazione per promuovere la valorizzazione e il rilancio del patrimonio culturale albanese, e quindi del turismo e dello sviluppo sostenibile, sarà firmato il 24 novembre prossimo a Tirana dal presidente dell’Agenzia per il patrimonio culturale euromediterraneo, Adriana Poli Bortone, che è europarlamentare di An e sindaco di Lecce, e dalle autorità albanesi. All’incontro - è detto in una nota dell'associazione - interverranno anche il premier albanese Sali Berisha, e il ministro della cultura e del turismo, Bujar Leska. “L’intesa - prosegue il comunicato - vuole assicurare nel contempo la necessaria assistenza tecnico-scientifica per l’attuazione degli interventi creando una rete efficace per lo scambio di esperienze e competenze e lo sfruttamento reciproco delle strutture e delle potenzialità a disposizione. In concreto il protocollo servirà, tra l’altro, per la promozione di progetti di recupero e manutenzione dei beni artistici, librari, archivistici, paesaggistici, archeologici e monumentali. Per lo studio sulla tutela ed il risanamento dei centri storici, l’organizzazione e gestione di banche dati e siti internet e l’utilizzo delle tecnologie informatiche, l’innovazione organizzativa nella gestione di musei e aree archeologiche, l’incentivazione delle attività di formazione, editoriale e di promozione attraverso manifestazioni culturali, incontri, materiale fotografico e multimediale”.

Fonte: Ansa Balcani