Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

“Sono qui per chiedere il rilancio in termini progettuali e di investimenti di risorse per il Corridoio 8, un obiettivo che io ritengo strategico”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, che partecipa oggi a Monopoli a un seminario per discutere dell’integrazione europea dal punto di vista ferroviario, al quale partecipa anche il commissario europeo ai trasporti, e vicepresidente della commissione, Jacques Barrot. Per Vendola, il Corridoio 8 è strategico “dentro una ispirazione politica forte che è quella che ritiene l’euroadriatico e l’euromediterraneo le due gambe fondamentali, non solo per fare camminare lo sviluppo del sud d’Italia ma anche per far camminare una Europa che oggi è claudicante, è in affanno”. ”L’Europa può salvare se stessa - ha detto ancora - se oggi fa un investimento serio nel Mediterraneo e con la costruzione di una rete infrastrutturale e di scambi commerciali e culturali con la cruciale area balcanica che era legato ai progetti del Corridoio 8, che secondo me va rilanciato concretamente”. “Sono discorsi da troppo tempo affidati alla retorica - ha concluso - si tratta di capire quali scelte operative, quali risorse ci sono oggi, o si immagina di mettere in campo, finché questo Corridoio 8 possa tornare a essere un progetto e una speranza”.

Fonte: Gazzetta on the web