Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Approvata la delibera con la quale la Giunta della Regione Puglia prende atto dell'avvenuta ammissione a finanziamento di 263.400 euro per il progetto "RESPONSe", previsto nell'ambito del Programma Interreg Italia - Croazia 2014/2020. Ne dà notizia l'assessore alla Qualità dell'Ambiente Gianni Stea: "La Puglia continua a percorrere la strada giusta con la partecipazione al Programma di cooperazione europea. L'avvio dell’iniziativa permetterà, infatti, di implementare nella zona pilota di Brindisi il sistema di monitoraggio dei cambiamenti climatici".

Il progetto, appena avviato, durerà 30 mesi, per un dotazione finanziaria totale di 2.144.048 euro. Queste le attività previste: analisi dei dati climatici e delle migliori pratiche esistenti per l'inserimento delle misure di adattamento ai cambiamenti climatici e di mitigazione nei processi di pianificazione, con riferimento alle condizioni climatiche alla zona di Brindisi; analisi della percezione dell'impatto dei cambiamenti climatici da parte della pubblica amministrazione e di altri stakeholder; definizione di metodi di monitoraggio e valutazione per consentire agli amministratori locali di verificare l'efficacia e l'efficienza degli interventi di adattamento previsti.

Il Comitato di sorveglianza del Programma Interreg Italia - Croazia aveva approvato nell'Application Package il primo pacchetto di bandi che prevedevano le proposte progettuali dei quattro assi prioritari "Innovazione Blu", "Sicurezza e Resilienza", "Ambiente Patrimonio culturale" e "Trasporto marittimo".

Nell'ambito del secondo asse "Sicurezza e Resilienza" il Dipartimento Mobilità, Qualità Urbana, Opere Pubbliche, Ecologia e Paesaggio della Regione Puglia ha partecipato alla redazione e alla candidatura della proposta progettuale ammessa a finanziamento con INFORMEST, quale soggetto capofila in partnership con l’Agenzia per l'Energia del Friuli Venezia Giulia, l'Agenzia regionale per la prevenzione ambientale del Veneto, l'Università Politecnica delle Marche, l'Energy Institute HRVOJE POZAR ed il Meteorological and Hydrological Service dell'Institute of Oceanography and Friends.