Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Una convenzione con il Gestore dei Servizi Energetici per risparmiare energia e sviluppare fonti rinnovabili nel Ministero degli Esteri e nelle sedi diplomatiche. L'ha firmata alla Farnesina il ministro degli Esteri Franco Frattini con il Gse, il cui azionista unico è il Ministero dell'Economia e delle Finanze.


Nel corso di una cerimonia tenutasi alla Farnesina, il Ministro degli Esteri Frattini ha firmato la Convenzione con il Presidente Emilio Cremona e l'Amministratore Delegato del Gestore dei Servizi Energetici (GSE) Nando Pasquali, in materia di risparmio energetico e sviluppo delle fonti di energia rinnovabili. Secondo quanto previsto dalla Convenzione, il GSE, nello sforzo di internazionalizzazione dei suoi servizi, metterà a disposizione della Farnesina e della rete di Ambasciate e Consolati all'estero il proprio personale per fornire assistenza tecnica e giuridica per il migliore utilizzo delle risorse energetiche, con l'obiettivo di ridurre l'impatto sull'ambiente e incrementare l'uso di energia da fonti rinnovabili.

La Convenzione prevede, inoltre, l'organizzazione di corsi di formazione a cura del GSE riservati al personale dell'Amministrazione sulle tematiche connesse al risparmio energetico ed all'utilizzo delle fonti rinnovabili, mentre il Ministero degli Esteri si è impegnato a fornire al GSE informazioni e analisi di carattere giuridico e commerciale riguardanti il settore energetico, elaborate dalle Rappresentanze diplomatiche all'estero.
La Farnesina, che fa da apripista tra le Amministrazioni centrali, si apre così ad un uso sempre più esteso delle energie rinnovabili, esaminando anche la possibilita' di installare sull'edificio del Ministero i pannelli solari.

L'obiettivo, ha spiegato Frattini è quello di puntare ''all'autosufficienza energetica del Ministero degli Esteri'' attraverso il posizionamento di pannelli solari. Iniziative analoghe saranno avviate per le Ambasciate d'Italia all'estero. La convenzione è il primo passo della collaborazione in materia tra Mae e Gse, e si inserisce nel quadro di un vasto piano d'azione avviato dalla Farnesina per un utilizzo più efficiente delle risorse energetiche e per un aumento degli standard in tema di sostenibilità ambientale.

 

 

Fonte: ANSA