Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Nell'Unione europea il paese che ospita il maggior numero di stranieri, dopo la Germania (7,1 milioni di persone, circa l'8,4% della popolazione), è la Spagna che nel 2010 ha toccato quota 5,7 milioni, equivalenti al 12,3% della popolazione. Seguono la Gran Bretagna (4,4  milioni di persone, il 7% della popolazione), poi l'Italia (4,2  milioni) e infine la Francia (3,8  milioni di persone, il 5,8% della popolazione).


E' questo il  quadro che emerge dagli ultimi dati di Eurostat, secono cui quasi l'80% dei cittadini stranieri nell'Ue vivono in questi  cinque Stati membri, mentre la media europea di presenze  straniere rispetto alla popolazione e' di circa il 6,5%. Osservando il bilancio complessivo, la Spagna ospita un gran numero di cittadini comunitari, cioe' il 5,1% della popolazione, contro il 2,5% della media Ue, il 3,1% della Germania e della Gran Bretagna, il 2,1% dell'Italia e il 2% della Francia. Mentre i cittadini provenienti da paesi al di fuori dell'Ue sono il  7,3% della popolazione in Spagna, il 5,6% in Germania, il 5% in Italia e il 3,9% in Gran Bretagna, con una media europea del 4%.

L'ultimo rapporto di Eurostat evidenzia anche che, dopo essere sceso in maniera significativa tra il 1980 e il 2000, il numero di bambini per ogni donna è ricominciato a salire nell'Unione europea e dal 2003 al 2008 è passato da 1,47 a 1,60. L'Italia è rimasta sotto la media Ue ma ha registrato comunque un aumento passando da 1,26 a 1,42 Sono invece due per ogni donna, secondo la statistica, i figli in Francia e Irlanda. Per quanto riguarda la speranza di vita, negli ultimi 50 anni è aumentata di circa 10 anni sia per le donne (possono aspirare a raggiungere 82,4 anni) sia per gli uomini (76,4 anni) sempre stando ai dati 2008.

 

 

Fonte: ANSAmed