Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Per gli europei la tutela dell'ambiente, e le azioni di lotta contro il cambiamento climatico, hanno bisogno di uno specifico strumento finanziario dell'Ue: lo chiedono quasi l'85% degli europei interpellati in una recente consultazione pubblica sul futuro dell'attuale programma 'Life+'. Insomma, gli europei promuovono l'idea di mantenere un unico Fondo Ue esclusivamente dedicato all'ambiente. 


Non solo, il 55% di loro chiedono di incrementarne la dotazione. Il programma attuale Life puo' contare su 380 milioni di euro. E' quanto emerge da una conferenza organizzata dalla Commissione europea sul futuro di 'Live+', in vista della preparazione del prossimo quadro finanziario pluriennale europeo 2014-2020.  La consultazione doveva valutare la necessita' o meno di inserire nel bilancio dell'Unione uno specifico programma per l'ambiente e il clima.

Gli europei, oltre a chiedere un Fondo per l'ambiente e il clima finanziariamente piu' ricco dell'attuale, sostengono anche ''un programma per l'ambiente comunitario, in grado di aiutare gli Stati membri ad attuare in maniera efficace la politica ambientale dell'Ue. Per l'82,1% degli interpellati quest'aspetto va considerato come primario in un futuro programma Life.

Il programma dovrebbe inoltre servire a cogliere sfide europee e globali, contribuire a diffondere le migliori pratiche, promuovere il trasferimento delle conoscenze e la creazione delle capacita' e sensibilizzare l'opinione pubblica. Infine, dalla consultazione emerge che i 'progetti integrati' sono utilissimi per migliorare le sinergie e facilitare gli investimenti nel settore ambientale.

 

 

Fonte: ANSA