Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Sarà la governance a livello locale il tema al centro di un incontro previsto a Fez, in Marocco, i prossimi 30 giugno e 1° luglio, organizzato dal progetto finanziato dall'Ue “Rete Città UeMed sulla buona governance locale”. L'evento, riferisce il sito web Enpi-info.eu, raccoglierà insieme tutti i partner dell'iniziativa: Ghobayre (Libano), Tangeri (Marocco) e Barcellona (Spagna).


I partecipanti confronteranno le loro esperienze e in particolare impareranno dal caso spagnolo. Libanesi e marocchini, infatti, puntano entrambi a sviluppare un piano comprensivo di sviluppo della comunità, per le rispettive città incluse nel progetto europeo.

Rete Città UeMed sulla buona governance locale” viene finanziato dall'Unione europea nell'ambito del programma Ciudad, con un budget di 620.503 euro, e punta a migliorare la buona governance e a promuovere la pianificazione urbana sostenibile attraverso la creazione di un modello metodologico per questo tipo di azioni, da applicare per l'avvio di piani a Fez, Tangeri e Ghobayre.

Ciudad ha una durata di tre anni ed è attivo su tre fronti di intervento: sostenibilità ambientale ed efficienza energetica; sviluppo economico sostenibile e riduzione delle disparità sociali; buona governance e pianificazione di uno sviluppo urbano sostenibile.

 

 

Fonte: ANSA