Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Sono democrazia, rispetto  dei diritti umani e Stato di diritto le parole d'ordine della nuova politica di vicinato dell'Unione europea. È questo il messaggio che arriva dalle conclusioni del Consiglio dei ministri degli Esteri dell'Ue. I 27 Stati membri hanno concordato ''sulla necessità di fornire un maggiore sostegno ai partner impegnati nella costruzione di una democrazia profonda e sostenibile, di aiutare uno sviluppo economico inclusivo'', in particolare sul fronte di democrazia, diritti umani e Stato di diritto.


Il Consiglio Ue sottolinea che ''una cooperazione politica e un'integrazione economica più forte, insieme a un maggiore sostegno dell'Ue,  dipenderà dai progressi nel campo delle riforme''. Gli aiuti dell'Ue non arriveranno più a pioggia, ma saranno ''tagliati su misura a seconda delle necessità dei paesi partner, intenzionati a intraprendere le riforme e a cooperare efficacemente con l'Ue in tutti i settori rilevanti, e dovrebbero essere riconsiderati laddove le riforme non avvengono''.

Le nuove regole saranno valide per tutti i sedici Stati partner dell'Ue, a Sud come ad Est. ''Questi principi saranno applicati a tutti i partner della politica di vicinato'' affermano le conclusioni del Consiglio dell'Ue, che invita l'Alto rappresentante per la Politica estera, Catherine Ashton, ''a progettare i meccanismi appropriati e gli strumenti che aiuteranno a raggiungere questi obiettivi''.

 

 

Fonte: ANSAmed