Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Si terrà mercoledì 5 ottobre 2011 a Bruxelles la prossima riunione del gruppo di lavoro del progetto finanziato dall'Ue sulla realizzazione di standard comuni per le professioni dell'Information e communication technology (ICT), nell'area euromediterranea. Il progetto fa parte del processo di cooperazione industriale euro-mediterranea e darà i primi risultati a dicembre di quest'anno.


Secondo quanto riferisce il sito web di Enpi, i primi risultati sono stati già presentati al Cairo in una riunione del gruppo di lavoro per 'la standardizzazione euro-mediterranea delle professioni del digitale' ad operatori privati e pubblici dai Paesi partner del Mediterraneo, con rappresentanti di industria, università, formazione, organizzazioni internazionali e progetti di cooperazione.

Il team del progetto, che include esperti dalla sponda Sud e dalla sponda Nord del Mediterraneo, deve valutare la fattibilità e i benefici di un 'magazzino' delle professioni digitali nell'ambito del lavoro del Comitato europeo per la standardizzazione (CEN's) sulle capacità del settore ICT. Proprio alcuni scambi durante la riunione del Cairo hanno evidenziato come ci sia un forte interesse da parte degli operatori del Mediterraneo a questo tipo di lavoro, che faciliterebbe la cooperazione commerciale nel settore ICT nell'intera area euromediterranea.