Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Dove si chiede il permesso di lavoro in Germania? Un cittadino non comunitario ha bisogno di un permesso di soggiorno per studiare in Spagna? Se un lavoratore si sente sfruttato a chi si può rivolgere? Sono queste alcune delle domande alle quali l'Unione europea si propone di rispondere con una nuova iniziativa: un portale Internet dedicato ai cittadini di Stati terzi che desiderano vivere e lavorare nell'Ue-27.


Si chiama Portale Ue dell'immigrazione ed è stato presentato dalla Commissaria europea per gli Affari Interni, Cecilia Malmstrom. "Il portale è pratico, di facile utilizzo fornisce informazioni comprensibili sulla Ue e sulle politiche di immigrazione nazionali - ha detto la commissaria - I lavoratori, gli studenti, i ricercatori e gli immigrati che vogliono unirsi alle loro famiglie possono trovare qui informazioni adatte alle loro esigenze". Molte persone che "vogliono immigrare nell'Unione europea non sanno cosa questo comporta, non sanno come chiedere il permesso di residenza, non sanno se c'é bisogno o meno di un visto, non conoscono i possibili rischi - ha spiegato la Malmstrom - Da parte loro, gli immigrati che si trovano già nell'Unione europea non conoscono sempre i propri diritti". Per questo, ha concluso, "è nell'interesse di tutti noi migliorare la comunicazione in quest'area, in modo da minimizzare le incomprensioni e la burocrazia di questo processo: questo è l'obiettivo del nuovo portale sull'immigrazione".

Approfondimenti: Portale Ue dell'immigrazione.