Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

L'avvio dei lavori della commissione elettorale, nei giorni scorsi a Tirana, è un piccolo passo avanti per la prospettiva europea dell'Albania. È il messaggio rivolto al paese dei Balcani dall'alto rappresentante per la politica Ue, Catherine Ashton. ''Una revisione della legge elettorale, in linea con le raccomandazioni dell'Osce - afferma Ashton in una nota - è una delle priorità chiave necessarie all'Albania per muoversi verso il suo obiettivo nazionale dell'integrazione dell'Ue''.


Ashton incoraggia quindi ''tutte le forze politiche a continuare il lavoro in maniera costruttiva nella commissione per trovare il consenso sulla riforma elettorale, in tempo utile prima delle prossime elezioni''. La prospettiva di integrazione europea degli albanesi è stata a lungo prigioniera dello stallo politico fra governo e opposizione, che ha bloccato i lavori del Parlamento. Di qui i tanti appelli dall'esecutivo europeo a rinnovare la legge elettorale e a riaprire il dialogo a livello parlamentare.