Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Dopo la tedesca Amburgo nel 2011, la capitale verde europea per il 2012 è la spagnola Vitoria-Gasteiz. La nuova reginetta dell'ambiente può contare su oltre 10 milioni di metri quadrati di parchi e spazi verdi, e il suo progetto per una 'cintura verde' è stato riconosciuto a livello internazionale. Vitoria-Gasteiz è un modello chiave a livello europeo perché rappresenta la città media nella quale vivono l'84% degli europei.


"Non vedo l'ora di vedere e sentire di nuove iniziative durante l'anno - ha affermato il commissario Ue all'Ambiente, Janez Potcnik, in occasione del passaggio delle consegne a Bruxelles - in modo tale che altre città europee possano imparare dal loro esempio ed essere motivate nel migliorare il consumo di acqua, la pianificazione urbana e le infrastrutture verdi, ma anche tanti altri elementi che rendono una città verde e adatta alla vita".

"I cittadini - ha aggiunto Mercedes Bresso, presidente del Comitato delle regioni Ue - vogliono che l'Europa porti benefici concreti alla loro vita quotidiana. Le capitali verdi europee stanno aprendo la strada in questo senso, con trasporti pubblici verdi, edifici pubblici efficienti e altri esempi di progetti locali eccezionali, spesso co-finanziati dal budget della politica di coesione dell'Ue, che va oltre i target fissati dalle direttive europee".