Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Resterà aperta fino al 7 febbraio, la 43^edizione della Fiera del libro del Cairo, dopo che l'edizione dell'anno passato è saltata perché coincisa con i primi giorni della rivoluzione egiziana. Con 29 nazioni rappresentate, 17 delle quali arabe, la Fiera 2012 è dedicata alle rivolte arabe e la Tunisia è l'ospited'onore. Molte anche le iniziative culturali italiane.


Verranno presentati il premio Strega e il premio Flaiano ed esposti i libri vincitori del premio Strega dal 1948. Interverrà Stefano Petrocchi, segretario generale del premio e parteciperanno i gruppi di lettura dell'Istituto italiano di cultura e della facoltà di lingue dell'università di Ain Shams al Cairo, che da quest'anno voteranno per il premio. Numerose le pubblicazioni italiane che verranno presentate dopo essere state tradotte in arabo. Fra queste 'I nemici del dialogo' di Michelangelo Jabobucci, numerosi autori siciliani, come Luigi Pirandello, Leonardo Sciascia, Vincenzo Consolo e Andrea Camilleri e collane di libri per l'infanzia. Si discuterà di giornalismo nell'incontro fra Ludina Barzini, autrice de 'I barzini' e Mohamed abd el Kudus, mentre ospiti italiani ed egiziani si confronteranno sul rapporto fra il premio Nobel per la letteratura Naguib Mahfouz, in occasione del centenario della sua nascita, e l'Italia, anche con la proiezione del film 'Principio e fine', tratto dall'omonimo romanzo dello scrittore.