Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

''Ci viene segnalato un crescente arrivo di egiziani cristiani in Italia''. È probabile che con i disordini in Egitto e in Siria ''le Puglie diventino un luogo sensibile per arrivi di carattere umanitario''. Lo ha detto il ministro per la cooperazione internazionale e integrazione, Andrea Riccardi durante un convegno promosso dall'Azione cattolica e dall'Istituto Vittorio Bachelet a Roma, cui ha partecipato anche il ministro della Salute Renato Balduzzi.


Riccardi ha parlato di politiche migratorie, ribadendo l'invito a ''tutti i paesi europei a passare da una politica gridata a una politica ragionata. L'immigrazione non è un'invasione - ha rimarcato - ma un fenomeno normale nel Mediterraneo e nel mondo globalizzato''. Pertanto bisogna predisporre ''una politica migratoria'' lavorando ''assieme all'altra sponda del Mediterraneo''.