Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Luce verde dell'Assemblea di Strasburgo al protocollo dell'accordo di associazione fra Ue e Marocco che prevede la partecipazione del paese nordafricano ai programmi comunitari. Il Marocco, insieme alla Giordania, è l'unico Stato partner dell'Ue della sponda Sud del Mediterraneo ad aver siglato uno 'status avanzato' delle relazioni bilaterali. La decisione dell'Assemblea di Strasburgo rientra nell'ambito della nuova politica di vicinato dell'Unione nei confronti dei paesi vicini, dopo la primavera araba.


L'approvazione di questo protocollo pone infatti le basi di una rete di relazioni più stretta fra Ue e Marocco, alla luce delle riforme avviate nel paese. In particolare, Rabat ha mostrato interesse per alcuni programmi Ue, nel campo di competitività e innovazione, trasporti aerei, dogane e trasporto merci più amico dell'ambiente. Dopo la raccomandazione favorevole del Parlamento europeo, prima dell'entrata in vigore del nuovo accordo manca solo il via libera finale degli Stati membri, in occasione di un Consiglio dei ministri Ue.