Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Il vicepresidente della Commissione Europea, responsabile per l'Industria e l'Imprenditoria, Antonio Tajani, ha ricevuto il Premio Europa 2011 assegnatogli dal Gruppo di Iniziativa Italiana (Gii), organizzazione che raccoglie i principali esponenti della business community italiana presente a Bruxelles.


Con il Premio Europa il Gii, si legge in una nota, vuole dare un riconoscimento a personalità del mondo delle istituzioni italiane ed europee che abbiano profuso un forte impegno in favore del mondo imprenditoriale - in particolare, delle piccole e medie imprese - e della diffusione dell'immagine del sistema-Italia in Europa.

Il Premio Europa è stato assegnato a Tajani ''per i suoi alti meriti nell'aver rimesso al centro dell'agenda europea la competitività industriale e le Pmi, quale risposta alle sfide della globalizzazione e dello sviluppo sostenibile. Nei primi due anni di mandato, Tajani - si legge ancora nella nota – ha rivolto particolare attenzione alla cultura imprenditoriale quale motore di creatività ed innovazione. Fattori entrambi determinanti per la crescita e l'occupazione, specie tra le nuove generazioni desiderose di cimentarsi con il rischio d'impresa.

La consegna del premio è avvenuta nella residenza dell'ambasciatore d'Italia in Belgio Roberto Bettarini alla presenza di numerosi rappresentanti di aziende italiane quali Monte Paschi, Enel, Eni e Telecom Italia.