Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

''Con il prossimo ingresso della Croazia nell'Unione europea, l'Italia acquista un partner strategico che sarà decisivo per i nuovi equilibri della Regione Mediterranea''. Con queste parole il Presidente della Commissione Affari esteri della Camera dei Deputati, Stefano Stefani, ha aperto i suoi colloqui con le Commissioni per gli Affari esteri e per l'integrazione europea del Sabor (parlamento) croato.


Il Presidente Stefani, che è stato a Zagabria in missione ufficiale insieme ad Alessandro Maran, è stato accolto dal Presidente del Parlamento, Boris Sprem, che ha ringraziato l'Italia per la tempestiva ratifica del trattato di adesione all'Unione europea. ''Confidiamo che il nostro esempio sia seguito in tempi rapidi anche dagli altri Paesi dell'Unione europea'', ha dichiarato Stefani, esprimendo vivo apprezzamento per la recente designazione degli osservatori croati presso il Parlamento europeo.

Nel corso del successivo incontro con il Primo Ministro, Zoran Milanovic, la delegazione parlamentare ha approfondito le prospettive di promozione degli investimenti italiani nel settore energetico, turistico, ferroviario e cantieristico. ''Da Stato Membro dell'Unione europea, oltre che della Nato, la Croazia contribuirà ulteriormente alla stabilizzazione dei Balcani occidentali, dove sono ancora presenti situazioni molto complesse come quella della Bosnia Erzegovina e del Kosovo – ha infine auspicato il Presidente Stefani - L'Italia, pertanto, continuerà ad appoggiare la Croazia in tutte le fasi necessarie a perfezionare l'adempimento degli obblighi europei''.