Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

In Tunisia è stata appena lanciata una nuova radio via web, dall'associazione tunisina dell'audiovisivo e dell'animazione multimedia (ATAAM). L'iniziativa, finanziata dal programma Ue, Euromed Youth, vuole diventare la piattaforma per consentire ai cittadini di esprimersi su temi come diritti umani e cittadinanza.


Secondo quanto riferisce il sito web di Enpi-info.eu, ATAAM promuove anche la sua azione ''Multimedia e democrazia'', nell'ambito del progetto ''Una finestra aperta sulla promozione della cultura democratica attraverso l'uso di progetti multimediali''. L'idea è quella di usare strumenti multimediali come radio locali, web tv e giornali, oltre a blog e media sociali, come modo di rafforzare la cultura democratica fra i giovani. L'azione è stata organizzata in partnership con gruppi di ragazzi da Dresda e Marsiglia.

Il progetto è finanziato da Euromed Youth, che include iniziative che sostengono organizzazioni giovanili e attori in questo campo nella regione euro-mediterranea. Si occupa di scambio di esperienze, expertise e buone pratiche ma anche su attività che possono promuovere progetti, collaborazioni e reti durature e di alta qualità.