Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Ci sono anche tre atenei italiani fra le 15 destinazioni al top della classifica del programma Erasmus dell'Ue, che l'anno scorso ha segnato un nuovo record di adesioni. È quanto emerge dai dati pubblicati dalla Commissione Ue, che per l'anno accademico 2010/2011 ha visto oltre 231mila studenti ricevere borse Erasmus per studiare o ricevere una formazione all'estero, con un aumento dell'8,5% rispetto all'anno precedente.


La prima università scelta dagli studenti europei in Italia é quella di Bologna, che si piazza al quarto posto, poi c'é La Sapienza di Roma al nono posto e infine l'Università di Firenze, al dodicesimo. Le tre destinazioni più popolari sono state Spagna, Francia e Regno Unito e il maggior numero di studenti a partire sono stati spagnoli, francesi e tedeschi. Gli italiani a fare le valigie sono stati più di 22mila e hanno scelto soprattutto Spagna (7.547), Francia (3.338), Germania (2.199) e Gran Bretagna (1.899).

Il programma Erasmus, che quest'anno festeggia 25 anni, finora ha offerto a più di 2,5 milioni di studenti europei l'opportunità di andare all'estero per studiare all'università o per lavorare in un'impresa. "In questi tempi difficili - ha detto il commissario europeo responsabile per l'Istruzione, Androulla Vassiliou - le abilità acquisite grazie agli studi e ai collocamenti Erasmus sono più preziose che mai. Se avessimo avuto un budget superiore avremmo soddisfatto più richieste: per questo il nostro obiettivo è di aumentarlo per il periodo 2013/2020 e riuscire a duplicare le borse disponibili".