Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

La Serbia ha iniziato i preparativi per i negoziati di adesione con l'Ue, "ma anche l'Unione ha cominciato il lavoro". Lo ha detto il capo della diplomazia Ue, Catherine Ashton, dopo aver incontrato la leadership serba oggi a Belgrado. "La Commissione europea - ha spiegato Ashton - sta già lavorando sul quadro dei negoziati, che sarà presentato agli Stati membri".

"Serve tempo per avere questo quadro pronto, ma i funzionari lo stanno facendo con grande entusiasmo" ha aggiunto il capo della diplomazia Ue, che ha ribadito come la decisione di aprire la porta dei negoziati alla Serbia non richiede per Belgrado "nuove condizioni". Il dialogo con il Kosovo prosegue e dopo l'ultima riunione a Bruxelles il primo ministro kosovaro Hashim Thaci e il primo ministro Ivica Dacic "hanno concordato di proseguire i propri sforzi nelle prossime settimane e nei prossimi mesi" ha detto Ashton, annunciando un nuovo incontro "entro la fine di luglio".

"Non ci saranno pause estive per nessuno perché è importante mostrare progressi e vedere la vita delle persone migliorare e rapidamente" ha aggiunto il capo della diplomazia Ue. (ANSA)