Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Modernizzare e aumentare l'efficienza, la credibilità e la capacità del sistema giustizia in Libano. È questo l'obiettivo di un nuovo progetto finanziato dall'Unione europea, in partnership con il Ministero della giustizia libanese e nell'ambito del programma di modernizzazione nazionale.

L'iniziativa, riferisce il sito web di Enpi (www.enpi-info.eu), prevede di informatizzare le procedure giudiziarie, incluse quelle dei tribunali, la gestione dei dati e la notifica elettronica alle parti. Il progetto copre anche la realizzazione di un centro dati a Beirut, un centro di recupero dopo i disastri a Jdeidet El Metn e una rete di collegamento fra tutti i tribunali.

Giudici e personale dei tribunali riceveranno un training informatico sugli strumenti e le applicazioni utili dei programmi. Il progetto interessa le procedure giudiziarie di tutti i principali tribunali, incluse quelle civili, penali, amministrative e speciali, come le Corti d'appello e il Consiglio di Stato.

Nella sua prima fase, l'intervento sarà realizzato nei tribunali di Beirut, Jdeidet el Metn e Jounieh. Il sistema, disegnato per essere impiegato in tutti i tribunali, dovrebbe entrare in azione prima della fine del 2014. (ANSAmed)