Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Il Mediterranean film festival ai blocchi di partenza a Bruxelles dal 5 al 12 dicembre. All'edizione 2013 sono attesi anche i corti vincitori della gara "Made in Med" del programma Euromed Audiovisual, ma anche altre pellicole realizzate durante le iniziative di formazione del programma europeo. Otto i film di diversi Paesi della regione che si confronteranno nella gara ufficiale, riferisce il sito web di Enpi (www.enpi-info.eu), in competizione per il Grand Prix, il Premio speciale della giuria e il Cineuropa Award.

Fra questi, il film del regista marocchino Abdellah Taia "Esercito della salvezza", "When I Saw You" della regista palestinese Annemarie Jacir e "Rock the Casbah" dell'israeliano Yariv Horowitz. Dal momento poi che il 2013 segna i cinquant'anni dell'immigrazione di turchi e marocchini in Belgio, l'edizione di quest'anno si concentrerà sulle produzioni di questi due Paesi, per comprendere gli aspetti culturali, socio-economici e demografici dell'impatto del fenomeno in questo Paese europeo.

Il programma Euromed Audiovisual III punta a contribuire allo sviluppo e al rafforzamento della capacità del settore cinematografico dei Paesi partner del Sud dell'Ue (Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Marocco, Territori palestinesi, Siria e Tunisia) e a contribuire in maniera significativa alla comprensione reciproca e al dialogo interculturale. (ANSAmed)