Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

La delegazione dell'Unione europea in Algeria e il ministero dei Trasporti algerino hanno appena lanciato il programma di sostegno alle riforme nel settore trasporti nel Paese, TRANSPORT II. Il programma, che secondo il sito web di Enpi (www.enpi-info.eu) conta su un bilancio complessivo di 16,5 milioni di euro (di cui 13 milioni di euro di fondi europei), nasce allo scopo di sostenere la realizzazione della nuova strategia nazionale sul fronte trasporti attraverso riforme di istituzioni e regole, oltre che a migliorare la sicurezza e la qualità del servizio.

Il nuovo programma di fatto partirà dai risultati del predecessore TRANSPORT I, che si è concluso nel 2011. Il sostegno alle autorità algerine dovrebbe portare quindi a riforme istituzionali che rispondano allo sviluppo economico e alle necessità di migliorare le infrastrutture dei trasporti. Ulteriori assi d'azioni saranno quelli di adattare l'attuale normativa alle future riforme, migliorare la sicurezza dei trasporti e ottimizzare la qualità di servizi e prodotti. (ANSAmed).