Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Una rotta turistica collegata all'olio di oliva e al vino, per potenziare questi settori nel progetto di sviluppo dell'olioturismo e dell'enoturismo nella conca del Mediterraneo. Le linee di lavoro, gli obiettivi e la metodologia per crearla sono stati tracciati nel corso di una prima riunione, che si è svolta a Barcellona presso l'assessorato per l'agricoltura della Generalitat, alla quale hanno preso parte rappresentanti dell'italiano Gruppo di azione locale di Terre Shardana e del ministero del turismo di Israele, che partecipano all'iniziativa.

Ne danno notizia fonti della Generalitat. La rotta turistica si inquadra nel programma europeo ENPI CBC Med di cooperazione transnazionale, finanziato al 90% dalla Unione Europea. È previsto che il progetto discusso a Barcellona abbia un periodo di esecuzione di 20 mesi, per concludersi nell'estate del 2015.

L'obiettivo è stimolare la competitività e la capacità di commercializzazione dei prodotti e accelerare lo scambio di persone e beni sulle coste del Mediterraneo. (ANSAmed).