Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

La quota di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili in Croazia è in costante e forte crescita negli ultimi anni, e ad agosto ha raggiunto quasi il 16 per cento dell'intero fabbisogno nazionale. Lo mostrano i dati dell'Associazione croata per l'energia diffusi ieri. Secondo la fonte, attualmente sono operative nel Paese 995 installazioni basate su fonti rinnovabili che producono 365 megawatt all'anno.

 

Gran parte dell'energia, il 75 per cento, deriva dalle 15 centrali eoliche, mentre la restante viene prodotta da pannelli solari. Il piano del governo di Zagabria prevede che entro il 2020, grazie anche a molti incentivi, il 20 per cento dell'energia elettrica sia prodotta da centrali a fonti rinnovabili, una crescita notevole se si pensa che solo dieci anni fa la quota era sotto il cinque per cento. (ANSAmed).