Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Di “Strumenti e prospettive future per la cooperazione economica con i Paesi Balcanici” si discuterà nel corso della conferenza finale del Progetto Integrato PRICES (Programma Regionale Integrato di Cooperazione Economica e Sociale), finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico e con il coordinamento del Ministero degli Affari Esteri nell’ambito del Programma di Sostegno alla Cooperazione Regionale e del conseguente Accordo di Programma Quadro (APQ) Paesi dei Balcani.


L’iniziativa si articolerà in due giornate di lavoro, organizzate dalle Regioni Basilicata e Puglia: il 13 aprile 2011 a Matera ed il 14 aprile a Bari. Alla luce dei risultati raggiunti, l’obiettivo è individuare le opportunità e gli strumenti per collaborazioni future tra i partner coinvolti nel Progetto PRICES e approfondire i temi della Cooperazione Territoriale (Programmi South East Europe e CBC IPA Adriatico), della Cooperazione Italiana allo Sviluppo e dei finanziamenti diretti dell’Unione Europea.

Mercoledì 13 aprile a Matera, nella Sala Convegni Casa del Pellegrino “Le Monacelle” (ore 10.00-13.00/15.00-18.00), si analizzeranno le attività progettuali portate a termine in Albania, Bosnia-Erzegovina e Serbia, alla presenza oltre che delle Regioni coinvolte nel progetto e dei loro soggetti attuatori, dei partner esteri dell’Agenzia dello Sviluppo locale di Teuleda (Albania), Municipalità di Prijedor, Agenzia di Sviluppo LORCA, Università di Sarajevo, Business Service Center del Cantone di Zenica Doboy, Agenzia di Sviluppo locale Redasp, Agenzia di Sviluppo Alma Mons. Modera Enrica Marchese, della Regione Basilicata e conclude i lavori Mauro Paolo Bruno, della Regione Puglia, capofila del progetto.

Giovedì 14 aprile a Bari, invece, presso il Castello Svevo (ore 15.00-18.00), previsti gli interventi di Silvia Godelli - Assessore al Mediterraneo della Regione Puglia, di Sanjin Halimovic del Ministero dello Sviluppo, Imprenditorialità e Artigianato della Federazione di Bosnia-Erzegovina, Francesco Saponaro, Direttore generale di InnovaPuglia SpA. Rappresentano il Ministero degli Affari Esteri Francesco Catania, Coordinatore Cooperazione Decentrata e Roberto Orlando, Vice Direttore dell’Unità per i Paesi dei Balcani, InCE e IAI. In rappresentanza del Consiglio dei Ministri albanese interverrà Klodian Seferaj, mentre Zoran Malic parlerà per il Ministero Serbo dell’Economia e dello Sviluppo Regionale.

A seguire, Lodovico Gherardi, Coordinatore Nazionale per il Programma SEE e Bojana Slijepcevic, dell’Ufficio per l’integrazione europea della Repubblica di Serbia, concentreranno l’attenzione sui programmi di cooperazione territoriale europea, per poi lasciare la parola agli esperti della Cooperazione Italiana allo Sviluppo Antonio Verrico, del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica del MISE e Maria Grazia Rando, della Direzione Cooperazione allo sviluppo del MAE. È previsto il collegamento in videoconferenza con l’Ambasciata di Tirana. Interverrà sul 7° Programma Quadro e gli altri finanziamenti diretti dell'Unione Europea, infine, Marcello Giacomantonio, Esperto senior in Fondi comunitari.

L’APQ Paesi dei Balcani ha riguardato la realizzazione di linee di intervento di cooperazione internazionale di mutuo interesse in favore dell’area balcanica, in partnership con le Regioni e con altri soggetti pubblici e privati, italiani ed esteri. In particolare, il Progetto PRICES – che ha visto il coinvolgimento di 14 Regioni italiane con capofila la Regione Puglia, e tre Paesi Balcanici (Albania, Bosnia Erzegovina, Serbia) - si inserisce nella Linea 2.1 “Sviluppo Socio-economico” dell’APQ Balcani ed ha avuto l’obiettivo di: 1) sostenere la cooperazione con le istituzioni locali balcaniche in tema di programmazione, servizi avanzati alle PMI e mercato del lavoro; 2) aumentare il livello di cooperazione economica tra i sistemi produttivi italiani e quelli locali individuati nell’area balcanica nell’ottica dell’integrazione delle filiere produttive.

InnovaPuglia SpA, soggetto attuatore per conto della Regione Puglia, ha coordinato le iniziative del Progetto PRICES, promuovendo da un lato l’organizzazione degli eventi di scambio e rafforzamento del partenariato anche attraverso la realizzazione della piattaforma del portale Pricesbalcani.it, dall’altro numerose iniziative ed incontri tra le PMI albanesi e pugliesi, con la finalità di agevolare partnership imprenditoriali.


 

Redazione Europuglia